gerbera

 
Emilio Filippini, Autoritratto

 

Solo gli atti sono significativi.
A volte la parola è atto.


 

La più nobile specie di bellezza è quella che non trascina a un tratto, che non scatena assalti tempestosi e inebrianti (una tale bellezza suscita facilmente nausea), ma che si insinua lentamente, che quasi inavvertitamente si porta via con sé e che un giorno ci si ritrova davanti in sogno, ma che alla fine, dopo aver a lungo con modestia giaciuto nel nostro cuore, si impossessa completamente di noi e ci riempie gli occhi di lacrime e il cuore di nostalgia.

Friedrich Nietzsche

 

Oh e il mare il mare qualche volta cremisi come il fuoco e gli splendidi tramonti e i fichi nei giardini dell'Alameda sì e tutte quelle stradine curiose e le case rosa e azzurre e gialle e i roseti e i gelsomini e i geranii e i cactus e Gibilterra da ragazza dov'ero un Fiore di montagna sì quando mi misi la rosa nei capelli come facevano le ragazze andaluse o ne porterò una rossa sì come mi baciò sotto il muro moresco e io pensavo beh lui ne vale un altro e poi gli chiesi con gli occhi di chiedere ancora sì e allora mi chiese se io volevo dire di sì mio fior di montagna e per prima cosa gli misi le braccia intorno sì e me lo tirai addosso in modo che si potesse sentire il petto tutto profumato sì e il suo cuore batteva come impazzito e sì dissi sì voglio Sì.

James Joyce

 

Amici romani, popol mio!Ascoltate:
vengo a seppellire, non a lodare Cesare.
Il male che si fa vive dopo di noi:
il bene è spesso sepolto con le ossa.
E sia così per Cesare. Il nobile Bruto
vi ha detto che Cesare era ambizioso.
Se era così, il suo era un grave difetto,
e Cesare l'ha scontato gravemente.
Qui, con licenza di Bruto e degli altri
(poiché Bruto è uomo d'onore,
e così gli altri, tutti uomini d'onore)
io vengo a parlare al funerale di Cesare.
Era un mio amico, leale e giusto con me:
ma Bruto dice che era ambizioso,
e Bruto è uomo d'onore. A Roma
aveva riportato molti prigionieri,
il cui riscatto ha riempito il pubblico tesoro:
poté questo sembrare un atto d'ambizione?
Quando i poveri piangevano, Cesare
ha lacrimato: di più dura tempra
dovrebbe esser fatta l'ambizione.
Pure Bruto dice che era ambizioso,
e Bruto è uomo d'onore. Tutti
ai Lupercali avete visto che tre volte
gli offrii la corona di re, e Cesare
la rifiutò tre volte. Ambizione, questa?
Ma Bruto dice che era ambizioso,
e di sicuro egli è uomo d'onore.
Non parlo per smentire ciò che ha detto Bruto,
ma sono qui per dire quel che so.
Tutti l'amavate un tempo, e con motivo;
che motivo vi trattiene allora dal piangerlo?
O discernimento, sei fuggito dalle bestie brute,
e gli uomini han perso la ragione. Perdonatemi.
Il mio cuore è nella bara lì con Cesare
e debbo fermarmi finché non mi ritorni.

William Shakespeare

 

Il Kilimangiaro è un monte coperto di neve alto 5895 metri e si dice che sia la più alta montagna africana. La sua vetta occidentale è chiamata dai Masai, Nggàje Ngài, la casa di Dio. Vicino alla vetta occidentale c'è la carcassa rinsecchita e congelata di un leopardo: nessuno ha saputo spiegare cosa cercasse il leopardo a quell'altitudine.

Ernest Hemigway

 

A l'alta fantasia qui mancò possa;
ma già volgeva il mio disio e il velle,
sì come rota ch'igualmente è mossa,
l'amor che move il sole e l'altre stelle

Dante Alighieri

 

Quando, nella sere d'estate, il cielo armonioso ringhia come una belva e tutti si aggrondano per timore della tempesta, è dalla parte di Méséglise che devo il gusto di restarmene solo, in estasi, a respirare, attraverso il fruscio della pioggia, l'odore di invisibili, persistenti lillà.

Marcel Proust

 

La giovinezza è felice perché ha la capacità di vedere la bellezza. Chiunque sia in grado di mantenere la capacità di vedere la bellezza non diventerà mai vecchio.

Franz Kafka

 

Quanti prodigi vedo, intendo.
Sono stupita, molto avrei da chiedere.
E anzitutto sapere perché mai le parole
Di quell'uomo hanno avuto
Un timbro strano per me, strano e caro.
Pare che un suono si adatti ad un altro
E, come una parola all'orecchio sia giunta,
un'altra venga che quella accarezzi.

Johann Wolfang Goethe

 

"Lasciamola tranquilla", disse il dottore, "andate, uscite". Nella stanchezza senza soccorso in cui il povero volto si dovette raccogliere tumefatto, come in un estremo recupero della sua dignità, parve a tutti di leggere la parola terribile della morte e la sovrana coscienza dell'impossibilità di dire: Io. L'ausilio dell'arte medica, lenimento, pezzuole, dissimulò in parte l'orrore. Si udiva il residuo di acqua e alcool dalle pezzuole strizzate ricadere gocciolando in una bacinella. E alle stecche della persiane già l'alba. Il gallo, improvvisamente, la suscitò dai monti lontani, perentorio ed ignaro, come ogni volta. La invitava ad accedere e ad elencare i gelsi, nella solitudine della campagna apparita.

Carlo Emilio Gadda

 

Canto che si trova nella tomba di Antef e che sta davanti all'arpista

Periscono le generazioni e passano, altre stanno al loro posto, dal tempo degli antenati: i re che esistevano un tempo riposano nelle loro piramidi, egualmente son seppelliti nelle loro tombe i nobili ed i glorificati. Quelli che han costruito edifici, di cui le sedi più non esistono, cosa è avvenuto di loro? Ho udito le parole di Imhotep e di Hergedef , che moltissimo son citati i loro detti: che son divenute le loro sedi? I muri sono caduti, le loro tombe non esistono più, come non fossero mai esistite.

Copia di papiro di età ramesside (Papiro Harris 5000 del British Museum)

 

Il più bello dei mari

Il più bello dei mari
è quello che non navigammo.
Il più bello dei nostri figli
non è ancora cresciuto.
I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.
E quello che
vorrei dirti di più bello
non te l'ho ancora detto.

Nazim Hikmet

 

Io conosco il canto dell'Africa, della giraffa e della luna nuova africana distesa sul suo dorso. Degli aratori nei campi e delle facce sudate delle raccoglitrici di caffè... Ma l'Africa conosce il mio canto? L'aria sulla pianura fremerà un colore che io ho avuto su di me. E i bambini inventeranno un gioco nel quale ci sia il mio nome? Una luna piena farà un ombra sulla ghiaia del viale, che mi assomigli? E le aquile sulle colline Ngong, guarderanno se ci sono?

Karen Blixen

 

La bellezza salverà il mondo.

Fëdor Dostoevskij

Sommario degli articoli